purificazione ayurvedica le migliori piante purificantiAyurveda 

Purificazione ayurvedica: le migliori piante purificanti

I tradizionali sistemi curativi di tutto il mondo utilizzano una grande quantità di erbe e piante desossidanti e l’Ayurveda ha le sue preferite.

Tuttavia ogni pianta deve essere utilizzata nel modo più appropriato per ogni persona, al momento giusto e nella dose corretta. Ciò significa che in effetti esiste una vastissima gamma di piante purificanti tra cui scegliere. E la cosa migliore sarebbe rivolgersi ad uno specialista che possa aiutare a trarre il massimo beneficio dal loro utilizzo. Le seguenti piante sono soltanto alcune di quelle tra le più importanti usate nell’ayurveda.

Purificanti per la digestione

Triphala: contiene livelli elevati di antiossidanti ed è efficacissimo a scopo curativo. Ha effetti purificanti, digestivi, può essere utilizzato per gonfiore flatulenza, dolori addominali e indigestione. Può aiutare a guarire ulcere, infiammazione, emorroidi e disbiosi.

Zenzero: è anche noto come vishwa-bheshaja (la medicina universale) dato che porta beneficio a tutti e a qualsiasi squilibro, specialmente in disturbi di natura fredda e nervosa. 
Stimola anche la secrezione degli enzimi digestivi, agevolando l’eliminazione delle tossine.

Purificanti per il fegato

Andrographis: nota anche come “il re degli amari” per via del suo gusto estremamente amaro. Ha un’eccezionale abilità protettiva nei confronti del fegato. È buono utilizzare questa pianta quando il vostro fegato è sotto stress.

Purificante per i polmoni

Trikatu: costituita da parti uguali di zenzero essiccato, pepe nero e pippali, questa formula ayurvedica rinvigorisce i polmoni e aiuta a eliminare il muco. Utilizzatela per asma, bronchite, polmonite, tosse e raffreddore.

Purificanti per la pelle e per il sangue

Aloe vera, succo: è una pianta benefica per l’intestino e un tonico per la pelle dalle proprietà nutritive, lenitive e curative. È un valido messaggero che trasporta le erbe tonificanti ai tessuti più profondi.

Gotu Kola: possiede proprietà emo-purificanti molto impiegate nell’Ayurveda per curare malattie infiammatorie della pelle. Utilizzatela nel caso di arrossamenti, gonfiore e prurito.

Neem: oltre a detossificare il fegato, viene utilizzata anche per eliminare il calore, ridurre le infiammazioni e purificare il sangue. Grazie a queste sue caratteristiche viene impiegato per curare disturbi della pelle come eczema, psoriasi e acne.

Purificanti per le giunture

Boswellia: nota anche come “incenso indiano”, potente resina dal gusto amaro e pungente, utilizzata per curare dolori forti, ferite e infiammazioni.

Curcuma: elimina le tossine della pelle e aiuta a purificare il sangue, previene indolenzimenti, blocca i dolori mestruali e elimina il dolore alla spalle.

Brahmi: è indicata per il sistema nervoso e la mente poiché favorisce la chiarezza di pensiero.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento