Le sorprendenti virtu' della bava di lumaca. Scopriamo le virtù naturalmente contenute nel muco delle chioccioleBellezza 

Le sorprendenti virtu’ della bava di lumaca. Scopriamo le virtù naturalmente contenute nel muco delle chiocciole

Scoperto del tutto casualmente, il  muco prodotto dalla lumaca, si è rivelato un miracolo della natura nella dermocosmetica.

Infatti in CIle negli anni ottanta degli allevatori di chiocciole per il mercato francese, si accorsero che a contatto con la BAVA DI LUMACA, le loro mani non si seccavano, erano sorprendentemente lisce, e le ferite guarivano in tempi brevi. Da qui ebbero inizio studi approfonditi sul metabolismo delle chiocciole.

La lumaca per poter scorrere su superfici di ogni tipo, deve produrre la sua famosa bava, un gel di mucopolisaccaridi. Il muco o bava dunque ha una funzione in natura di lubrificante e protettiva contro gli insetti, ma per le lumache stesse la funzione principale è nelle sostanze contenute naturalmente nel gel da esse prodotto: un concentrato di principi attivi che rigenerano e riparano i loro tessuti e le proteggono dai microorganismi e perfino dal congelamento.

Dopo il disastro nucleare di Chernobyl le lumache furono le uniche a non aver subito danni o mutazioni a seguito delle radiazioni, grazie alle secrezioni da loro prodotte. La LUMACA reagisce ai danni cutanei producendo una grande quantità di MUCO che idrata la pelle e la protegge grazie ai peptidi antimicrobici, le sostanze antiossidanti e le molecole che incentivano il rinnovo cellulare.

Negli ultimi anni la bava di lumaca si è rivelata efficace in diversi campi della MEDICINA ESTETICA, svolgendo molteplici benefiche funzioni sulla pelle: protettiva, idratante, testi tuti a, cicatrizzante, efficace nel combattere rughe di espressione.

Grazie all’utilizzo dell’ozono inoltre, sono state superate tutte le obiezioni da parte delle associazioni animalistiche. Questa tecnica infatti consente l’estrazione della BAVA DI LUMACA senza danneggiare o creare sofferenza alle chiocciole.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento