Ecco cosa devi sapere per dimagrire in modo rapido e duraturo con l' aiuto della menteBenessere 

Ecco cosa devi sapere per dimagrire in modo rapido e duraturo con l’ aiuto della mente

Vuoi perdere peso in modo rapido e senza sforzo e conservare nel tempo i risultati?

Immagino di sì, questo è il sogno di molte donne che vorrebbero dimagrire, ma si ritrovano a seguire diete deprimenti e le mollano perché non ce la fanno più, oppure riescono a dimagrire ma dopo poco tempo recuperano i chili persi.

Ti sei mai chiesta perché? Ingaggiare una battaglia con te stessa e sottoporti a diete ed esercizi estenuanti non è la soluzione al problema, anzi è la via più facile per aumentare il livello di stress e di frustrazione. Sappiamo che spesso ridurre le calorie non fa perdere peso, perché il corpo immediatamente per proteggersi dalla “carestia” brucia di meno. Dobbiamo evitare di innescare nel cervello una modalità di sopravvivenza, allineando tutte le parti della mente alla reale intenzione di condurre una vita più sana per tornare ad essere naturalmente magre per sempre.

Al di là della cosiddetta buona volontà esistono infatti fattori inconsci che possono auto sabotarti in questo percorso, ed è fondamentale comprenderli per liberarti da quei condizionamenti negativi che ti hanno instillato rispetto a te stessa, all’immagine di te (pensiamo all’ immagine distorta del femminile che ci passano i media) rispetto anche alle credenze sbagliate in materia di cibo che abbiamo interiorizzato nell’ infanzia ad esempio, quando venivamo consolate e/o premiate con dei dolci, ed è facile capire da cosa può nascere la dipendenza dagli zuccheri, che è un problema comune a moltissime donne.

È importante sapere che la componente emotiva gioca un ruolo fondamentale nella genesi del problema. Esistono è vero componenti genetiche o ormonali legate all’acquistare peso, come accade nel periodo della gravidanza o in menopausa (e tutte noi sappiamo quanto è frustrante ritrovarsi con quei chili in più), ma pochi dietologi ti spiegano l’importanza dei fattori psicologici che sempre concorrono a farci ingrassare e soprattutto perpetuano il problema.

Non è infatti sufficiente la forza di volontà o una dieta equilibrata per perdere peso, e molte di noi lo hanno sperimentato più volte, ma è necessario diventare consapevoli dei meccanismi mentali che al di là delle nostre buone intenzioni ci boicottano, generando una bassa auto-stima con giudizi negativi rispetto a noi stesse che creano
un doloroso circolo vizioso.

Si tratta di comprendere quali schemi emozionali ci hanno portato nel tempo ad avere un comportamento alimentare sbagliato, risalendo alle cause emotive che hanno scatenato il problema. Molte volte si tratta di situazioni che risalgono addirittura alla nostra infanzia e al modo in cui da bambine abbiamo imparato a reagire a uno stato emotivo negativo consolandoci con il cibo. Spesso per tacitare emozioni di tristezza e dispiacere si ricorre al cibo cosiddetto di conforto, ricco di zuccheri e/o grassi.

Come possiamo allora perdere peso e ritrovare la via dell’equilibrio ottenendo il controllo dei nostri schemi emozionali legati al cibo?

  1. diventandone innanzitutto più consapevoli con un lavoro mirato.
  2. sospendendo l’auto sabotaggio che inconsapevolmente esercitiamo.
  3. rendere tutte le parti della nostra mente congruenti per diventare la versione magra,
    in salute e gioiosa di noi stesse.
  4. bisogna imparare modi più efficaci per gestire le emozioni.
  5. si può addestrare la mente a eliminare le vecchie abitudini negative e ad apprendere nuove positive abitudini con il Brain Training.

Il Brain Training ti permette di addestrare la tua mente a:

  • bruciare il grasso in eccesso senza sforzo e sofferenza
  • creare abitudini salutari
  • gestire meglio le emozioni
  • ridurre i livelli di stress e imparare di nuovo a goderti la vita.

Di questo e di altro ancora avremo modo di parlare successivamente, ricordati che puoi raggiungere i risultati desiderati più velocemente e con meno fatica.

Alessandra Bendini
Psicologa psicoterapeuta con esperienza trentennale nella cura di situazioni di disagio personale e relazionale.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento